“Rebel Angels. Game over”

ENGLISH

The show has no lightening system, only one bedside-table lamp. Well, there are lights, a lot of them, but they are not exactly “owned” by the show. There are two actress and some scenes not exactly consequential. It’s a protest show, it brings up some social, human and environmental problems. It was meant to be only in Norwegian, they translated part of it while acting just for us, which require some ability. They often acted like they were in a talk show, in some middle-level entertainment program, this was to criticize the brains of the majority of us that are turning off, the ones that don’t really care. Being  mainly in Norwegian I didn’t get some parts, but it was a good show to see, it didn’t give me any new idea, I already knew about the problems they were talking about (the ones I understood at least), but remembering about them is never bad.

 

ITALIANO

Lo show non ha sistema di illuminazione, solo una lampada da comodino. Cioè, ci sono luci, molte luci, ma non sono esattamente “dentro” allo show. Ci sono 2 attrici e alcune scene non proprio consequenziali. È uno spettacolo di protesta, porta alla luce alcuni problemi sociali, umani e di ambiente. Teoricamente doveva essere interamente in norvegese, ne hanno tradotto una parte solo per noi sul momento, il che richiede abilità. Spesso recitavano come se fossero state in una specie di talk show, qualche programma di intrattenimento di livello medio, questo per criticare i cervelli della massa che si stanno spegnendo, per criticare coloro a cui non importa di nulla al di fuori della propria sfera privata. Essendo in norvegese non ho capito alcune parti, ma era interessante, non mi ha comunicato nessun’idea completamente nuova. Conoscevo già i problemi dei quali parlavano (quelli che ho capito perlomeno), ma ricordarsene non è mai un male.

Rebel Angels. Game over. Lost & found productions, at Showbox Festival
29th November 2017

Lorenzo Tortella, 18 years old