“Goodbye Kitty”

ENGLISH

Accept everyone as they want to be, everyone has the right to chose his/her identity. The show is thought for children, is made to make them understand that there are no right or wrong attitude to what you consider yourself to be, you’d like to be or what you like, what you’re attracted to. Sexual orientation and identification is a topic that often appears in the news nowadays, this show wants to take it of the newspapers to put in normality. It contains dancing, singing, acting and some disco music and lights. This last was actually the part that I enjoyed less, I find it really hard to empathize with that mood, but later it got better. In the end something out of the ordinary, the speeches were mostly in Norwegian, so I didn’t understand all they said, but as far as I got it was interesting, nothing new to my ears, but it could have been to someone else, in particular for a child.

ITALIANO

Accetta tutti per come vogliono essere, ognuno ha il diritto di scegliere la propria identità. Lo show è pensato per i giovanissimi, è fatto in modo da fargli capire che non ci sono attitudini giuste o sbagliare verso chi si è, chi si vorrebbe essere o da chi si è attratti. L’orientamento e l’identità sessuale è un argomento di cui spesso si parla oggigiorno, questo show vuole toglierlo dai giornali per inserirlo nella realtà. Lo spettacolo contiene danza, canto, recitazione, musica elettronica e luci. Quest’ultima, di fatto, è la parte che mi è piaciuta meno, ho trovato difficile empatizzare con l’atmosfera da discoteca, ma più avanti è migliorato. Infine: qualcosa di fuori dall’ordinario, i dialoghi erano principalmente in norvegese, per cui non ho capito tutto ciò che è stato detto, ma quanto ho capito era interessante, niente di nuovo per me, ma probabilmente un insegnamento per molti, specialmente per dei bambini.

Goodbye Kitty. Rebekka/Huy, at Showbox Festival
28th November 2017

Lorenzo Tortella, 18 years old